A Pasqua non fate sesso. O, se lo fate, state attenti. Se concepite un figlio nei prossimi giorni nascerà durante le feste di Natale e rischiate di trovarvi nei guai”. L’allarme che ha suscitato critiche e polemiche lo ha lanciato nei giorni scorsi Christine Niersmann, una levatrice tedesca, come riportato dal quotidiano “ItaliaOggi“.

Secondo la levatrice, il nascituro rischierebbe di venire alla luce nel pieno delle festività natalizie o, peggio ancora, nella notte di San Silvestro, quando tante sue colleghe e medici saranno in vacanza ed è prevedibile che non vogliano sacrificare il Natale o il Capodanno. Il suggerimento della levatrice tedesca, piuttosto, è quello di concepire un figlio durante la Pentecoste, il Ferragosto tedesco o a metà maggio, per essere certi di un’assistenza garantita al momento del parto.

Per di più, quella della levatrice è una professione che praticano sempre meno donne ormai e quelle che hanno deciso di continuare sono costrette a fare straordinari, senza pausa, sacrificando spesso i week-end (ecco perché difficilmente rinuncerebbero poi alle festività natalizie). Inoltre, è un lavoro che sarebbe retribuito non adeguatamente, secondo quanto riferisce Christine Niersmann: eppure una levatrice con contratto a tempo indeterminato in un ospedale tedesco guadagna comunque 2.732,00 euro lordi, che equivalgono a circa 1.600,00 euro netti al mese.

In Germania, intanto, aumenta di fatto il ricorso al parto cesareo (31,8%): si evitano complicazioni, si può programmare la nascita e, perché no, “non nelle feste natalizie”, insiste la Niersmann...

Nello Giannantonio

addetto stampa

 

Lavoro per infermieri in Germania – Invio CV qui