News

Infermieri, 2020 con stipendio super!

Lasciarsi alle spalle un 2019 da precari, disoccupati o da “finta” partita iva. E guardare alla prospettiva di un lavoro stabile, gratificante e ben retribuito, seppure in un altro paese europeo (ma in fondo non così lontano) come la Germania. È l’invito-augurio che, con il 2020 alle porte, la direzione dell’azienda “Germitalia” formula ai giovani infermieri italiani a caccia di occupazione “vera”.

Il 2020 si aprirà, non a caso, con un nuovo bando per assunzioni di infermieri ed infermieri pediatrici da parte del prestigioso Policlinico universitario di Münster. Ovviamente, si parla sempre di lavoro a tempo indeterminato. Corso di lingua gratuito a Stoccarda, tante facilitazioni e, una volta diventati “infermieri riconosciuti” grazie al livello B2 di tedesco, uno stipendio mensile di circa 2.800 euro. Niente male!

Per inviare la propria candidatura ai colloqui che si terranno il 28 gennaio a Roma ed il 29 gennaio a Torre del Greco (Napoli) è possibile caricare direttamente il proprio curriculum sul portale “Germitalia” attraverso il link https://form.jotform.com/81405508902958

Nello Giannantonio

Storie di infermieri in una clip

Si definiscono “portatori sani” di storie. Sono gli infermieri che, provenienti da tutta Italia, grazie al progetto “L’arte di curare e di raccontare” targato Fnopi e Teatro di Roma, si sono confrontati con il regista Roberto Gandini per raccontare e raccontarsi.

Il risultato è un concentrato di spunti, riflessioni, buonumore e commozione. Una clip da non perdere attraverso il link sottostante…

https://www.youtube.com/watch?v=ECzA0Z84-hg

Infermieri: solo lavoro, nessuna penale

Niente paura. Occorrono solo motivazioni a trasferirsi e desiderio di vedere gratificata la propria professionalità. Al resto ci pensa “Germitalia”. Anche il nuovo bando di assunzioni per infermieri ed infermieri pediatrici (ne assumerà altri 20, a gennaio, il Policlinico universitario di Münster) lanciato dall’azienda di consulenza campana prevede una serie di facilitazioni per i candidati che saranno scelti dai selezionatori tedeschi, che dovranno solo preoccuparsi di raggiungere Stoccarda. Lì il corso di lingua è gratuito, così come vitto e alloggio sono garantiti.

Per inviare la propria candidatura ai colloqui del 28 e 29 gennaio prossimi (si effettueranno sia su Roma che su Napoli) è possibile farlo direttamente attraverso il seguente link: https://form.jotform.com/81405508902958

Il percorso porterà ad un inquadramento finale come “infermiere riconosciuto” assunto a tempo indeterminato, con stipendio che si aggira intorno ai 2.800 euro mensili e – anche questo aspetto è importante – senza alcun rischio di restituzione del costo del progetto o di applicazione di penali qualora gli infermieri italiani dovessero, per qualsiasi motivo, recedere dal contratto.

Nello Giannantonio

Fuga? Per gli infermieri è ben pagata

Sempre più cervelli in fuga. E a buona ragione – verrebbe da dire – guardando le offerte di un lavoro a tempo indeterminato e ben remunerato che continuano ad arrivare in campo sanitario dalla vicina Germania. Negli ultimi dieci anni sono espatriati 182mila laureati italiani. La ripresa delle emigrazioni di nostri connazionali – evidenzia una recente ricerca Istat – è da attribuire in buona parte proprio alle difficoltà del nostro mercato del lavoro, soprattutto per i giovani, che guardano con interesse e necessità alla possibilità di investire preparazione e titolo di studio nei Paesi esteri in cui sono maggiori le opportunità di carriera.

I freschi dati Istat riferiscono, per il 2018, 157mila cancellazioni anagrafiche per l’estero. E chiaramente il flusso migratorio comporta anche una perdita per l’Italia di figure qualificate: nel 2018 il 53% di chi è andato via è in possesso di un titolo di studio medio-alto (29mila i laureati).

il Policlinico universitario di Münster

In campo infermieristico una buona fetta di laureati – purtroppo disoccupati o precari in Italia – continuerà, anche nel 2020, a prendere in considerazione le proposte tedesche tramite i bandi “Germitalia”. L’azienda di consulenza ha già lanciato il primo programma di assunzione del nuovo anno: sarà il Policlinico universitario di Münster, nel mese di gennaio, a tornare ad assumere in Italia altre 20 figure professionali tra infermieri ed infermieri pediatrici. Per inviare la propria candidatura ai colloqui del 28 e 29 gennaio (si effettueranno sia su Roma che su Napoli) è possibile accedere direttamente alla piattaforma on line del portale di “Germitalia” al seguente link: https://form.jotform.com/81405508902958

Il Policlinico tedesco offre ai il finanziamento del corso di lingua fino al livello B2 a Stoccarda, con garanzia di vitto e alloggio, ma soprattutto un ottimo stipendio da circa 2.800 euro mensili (oltre incentivi per straordinari e turni notturni e festivi) ed una possibilità di progressione in carriera già dal secondo anno. Senza sottovalutare il tutoraggio – con personale italiano – a Stoccarda e Münster durante tutta la durata del progetto, e senza alcun rischio di restituzioni o penali qualora gli infermieri prescelti dovessero avere un ripensamento e riportare in Italia comunque un’esperienza linguistica e lavorativa. Ma ci vorrebbero grandi numeri per una “contro-fuga” di cervelli…

Nello Giannantonio

“Germitalia”: lavoro e integrazione

L’istantanea della recente e informale cena – nella foto – tra i numerosi infermieri assunti a tempo indeterminato dal maestoso policlinico di Tubinga ed il direttore Robert Basener (da anni si occupa proprio della selezione di personale internazionale qualificato per questa struttura tedesca) è una fotografia della garanzia dei progetti “Germitalia” e di quel concetto di integrazione con la i maiuscola che porta avanti la programmazione dell’azienda di consulenza italiana sottobraccio con l’Internationaler Bund di Stoccarda.

Il direttore Basener con i neo dipendenti italiani

La lingua la si apprende sul posto – e non da casa – grazie al contatto diretto con la realtà tedesca e ai corsi curati proprio dall’Ib, con garanzia di vitto e alloggio durante la frequenza delle lezioni del primo corso di livello B1. In generale, a disposizione dei ragazzi italiani assunti in Germania, c’è tutta una struttura a Stoccarda che li assiste per qualsiasi esigenza pratica si manifesti durante la loro prima fase di inserimento in Germania. Eventi come la cena col direttore Basener – o le visite organizzate di questi giorni ai mercatini natalizi – testimoniano poi la vicinanza dei datori di lavoro ed il senso di accoglienza verso chi si trasferisce in Germania per lavorare e trovare, sì, anche un’occupazione stabile ed adeguatamente remunerata.

Gli infermieri scelti da Tubinga e partiti lo scorso novembre si sono oramai ambientati; quelli appena assunti a tempo indeterminato dal “Klinikverbund Südwest” – insieme alle ostetriche – partiranno a gennaio per iniziare il proprio percorso di inserimento.

E alle porte c’è già un nuovo bando: pronto a tornare a selezionare in Italia – già alla fine del prossimo gennaio – il policlinico di Munster per assumere ancora infermieri, che a loro volta voleranno in Germania tra fine febbraio ed inizio marzo 2020.

Per visionare i bandi aperti e per inviare il proprio curriculum alla direzione “Germitalia” è possibile farlo direttamente attraverso il link https://form.jotform.com/81405508902958 attraverso il portale ufficiale https://www.germitalia.com/

Possibile richiedere informazioni sui prossimi programmi di assunzione telefonando agli uffici “Germitalia” sia di Roma (06.56559844) che di Napoli (081.0117975). Provare per credere.

Nello Giannantonio

Infermieri e ostetriche: ecco chi sarà assunto

Un’altra intensa due-giorni di colloqui si è conclusa a Torre del Greco, città della sede campana dell’azienda “Germitalia”. Ed altri 15 infermieri e 5 ostetriche italiani saranno assunti in Germania a tempo indeterminato dal “Klinikverbund Südwest” di Stoccarda.

I vertici della struttura tedesca scesi nuovamente in Italia per assumere – con in testa il direttore del personale Herr Hott – comunicheranno nella giornata odierna i nominativi di infermieri e ostetriche scelti all’esito dei colloqui del 3 e 4 dicembre. Che partiranno alla metà del mese di gennaio 2020 alla volta di Stoccarda per frequentare il primo corso di lingua tedesca finanziato dal datore di lavoro, con garanzia di vitto e alloggio, abbonamento gratuito ai mezzi pubblici e tutto il supporto necessario da parte della struttura dell’Internationaler Bund, presente anch’essa ai colloqui di martedì e mercoledì nella persona di Gerardo Cardiello, direttore dell’Ib Südwest che comprende la direzione operativa di tutti gli istituti del Baden Württemberg.

Anche in questa nuova ondata di selezioni, sono arrivati infermieri da tutta Italia per provare a raccogliere la grande opportunità di lavoro offerta dal bando “Germitalia”: non solo dalla Campania, ma anche da Puglia, Sicilia, Lazio, Lombardia, Piemonte, Abruzzo, Toscana. Per tutti loro – così come per le ostetriche che si contendevano i 5 posti messi a bando – oggi sarà l’ora dei verdetti. Per chi invece non dovesse farcela, ma anche per chi volesse approcciarsi alle offerte di lavoro targare “Germitalia”, non mancheranno altre occasioni. Un nuovo bando per infermieri – sempre con contratto di lavoro a tempo indeterminato – è infatti pronto ad essere lanciato già nel mese di gennaio del nuovo anno.

Nello Giannantonio

Un 2020 da indeterminato? Possibile con Germitalia

Giovani infermieri italiani, preparati ma purtroppo ancora disoccupati, possono iniziare il 2020 veramente col botto. Vale a dire con un contratto di lavoro a tempo indeterminato in tasca per una svolta non solo professionale in Germania.

Tutto possibile col “regalo di Natale” dell’azienda campana “Germitalia”, che chiude il 2019 offrendo agli infermieri – grazie ad un nuovo bando – l’opportunità di essere assunti da una rinomata struttura sanitaria tedesca a tempo pieno ed indeterminato: il “Klinikverbund Südwest” di Stoccarda.

Le convocazioni per le selezioni in programma il 3 e 4 dicembre a Torre del Greco (provincia di Napoli) sono già partite per laureati e laureandi entro il mese di dicembre che si sono prenotati in tempo compilando direttamente il form on line al link https://form.jotform.com/81405508902958 attraverso il portale ufficiale https://www.germitalia.com/.

Candidati provenienti sempre da tutta Italia: immagine di un precedente bando per assunzioni in Germania

Tuttavia, proprio perché sotto Natale si è più “buoni”, la direzione “Germitalia” fa sapere che lascia ancora aperte, fino al termine di questa settimana, ultimissimi posti aggiuntivi per prendere parte ai colloqui per il “Klinikverbund Südwest”, che assumerà ben 15 infermieri, con partenza per Stoccarda – per il primo corso di lingua tedesca – nel mese di gennaio.

Contemporaneamente, nella giornata del 4 dicembre, saranno selezionate anche ostetriche per la stessa struttura di Stoccarda.

Per entrambi i profili professionali, ultime candidature e richieste di informazioni possibili telefonando anche agli uffici “Germitalia” sia di Roma (06.56559844) che di Napoli (081.0117975)

Nello Giannantonio

Infermieri, riportate in Italia esperienza e soldi

Un lavoro per la vita o anche una bella esperienza da cogliere e “spendersi” una volta rientrati eventualmente in Italia. L’opportunità che offre il nuovo bando “Germitalia” (15 infermieri da reclutare per il “Klinikverbund Südwest” di Stoccarda nelle selezioni del 3 e 4 dicembre a Torre del Greco) va guardata da diverse angolazioni.

La precarietà in campo sanitario non è di casa in Germania e il contratto di lavoro per chi sarà assunto, come sempre, nasce a tempo indeterminato, ma non deve essere visto dai giovani italiani come un “vincolo”. Né dal punto di vista strettamente economico (non sono previste penali o restituzioni del costo del corso di lingua finanziato dal datore di lavoro nel caso si receda anticipatamente dal contratto) né da un punto di vista diciamo “morale”.

Un’immagine del corso di lingua – gratuito e sul posto – offerto agli assunti in Germania

Certo, l’obiettivo dei programmi di assunzione “Germitalia” rimane quello di offrire un lavoro stabile e ben retribuito in Germania a tanti infermieri capaci ma purtroppo disoccupati in Italia. E sono centinaia e centinaia quelli partiti negli anni grazie a questi progetti e che ora non tornerebbero sui propri passi. Ma chi, eventualmente, volesse fare finanche solo una concreta esperienza sul campo in Germania, da far valere come bagaglio professionale in un successivo rientro in Italia, può seriamente considerare la chance di Stoccarda: proprio male che vada, gli infermieri reclutati avranno imparato una nuova lingua come il tedesco (utile a lavorare pure in alcune zone del Nord Italia), messo da parte un po’ di risparmi (considerate le elevate retribuzioni tedesche) ed accantonato dei contributi validi anche nel nostro sistema previdenziale. Oltre ad aver fatto, appunto, una esperienza lavorativa concreta in un contesto diverso da quello italiano.

Ricordiamo che contemporaneamente, nella giornata del 4 dicembre, saranno selezionate anche ostetriche per lo stesso “Klinikverbund Südwest” di Stoccarda. Chi si è candidato ai colloqui ha già ricevuto la mail di convocazione, ma c’è ancora spazio per ultimissime prenotazioni (laureati e laureandi entro dicembre) attraverso il link https://form.jotform.com/81405508902958 . Contatto telefonico, invece, allo 081.0117975.

Nello Giannantonio

Assicurati un contratto indeterminato prima di laurearti!

Un contratto a tempo indeterminato ancor prima di laurearsi? Utopia in Italia, realtà grazie ai consolidati progetti internazionali dell’azienda “Germitalia” finalizzati all’assunzione a tempo indeterminato, presso le migliori strutture sanitarie tedesche, di giovani italiani. Laureati ma, appunto, anche laureandi.

I nuovi bandi lanciati da “Germitalia” per infermieri ed ostetriche che assumerà a tempo pieno ed indeterminato il “Klinikverbund Südwest” di Stoccarda al termine delle selezioni in programma il 3 e 4 dicembre prossimi a Torre del Greco (Napoli) sono, infatti, aperti anche ai laureandi nei mesi di novembre e dicembre 2019. Un’opportunità unica per chi, già in parte sfiduciato per il proprio avvenire professionale, si avvia a rincorrere un posto di lavoro in Italia dopo una sacrificata laurea.

Per molti di questi giovani che parteciperanno ai colloqui di dicembre e saranno prescelti dai direttori del personale tedeschi, ci sarà giusto il tempo di discutere la tesi e poi sarà ora di prenotare il biglietto aereo per Stoccarda, sede lavorativa e anche del primo corso di lingua tedesca per il conseguimento del livello B1, finanziato dal datore di lavoro, con garanzia di vitto e alloggio ed abbonamento gratuito ai mezzi pubblici.

Chi invece ha già prenotato il colloquio per le giornate del 3 e 4 dicembre ha appena ricevuto, dalla direzione “Germitalia”, la mail ufficiale di convocazione con annesso bando completo – e trasparente in tutti i suoi punti – del progetto.

Per candidarsi ancora alla grande opportunità delle selezioni per il “Klinikverbund Südwest” ed inviare il proprio curriculum basta compilare il form on line al link https://form.jotform.com/81405508902958 attraverso il portale ufficiale https://www.germitalia.com/.

Nello Giannantonio

Altre assunzioni in Germania: niente trucco, niente inganno

Ci sarà Roland Hott in carne ed ossa a conoscere e scegliere gli infermieri provenienti da tutta Italia che assumerà a tempo indeterminato il “Klinikverbund Südwest” di Stoccarda al termine delle selezioni in programma il 3 e 4 dicembre a Torre del Greco, in provincia di Napoli.

Il direttore del personale della struttura tedesca cura, infatti, in prima persona i progetti di assunzione in Italia, ascoltando dal vivo – insieme alla attenta e scrupolosa commissione che presiede – le effettive esigenze ed aspirazioni dei candidati italiani. Oltre a sondarne, chiaramente, il grado di preparazione. La presenza di Herr Hott testimonia, del resto, quel “metterci la faccia” che da anni caratterizza i progetti “Germitalia”, sulla scorta dei grandi numeri realizzati (in quasi dieci anni si è dato ad oltre 1.200 infermieri italiani un lavoro stabile e ben remunerato in Germania).

La gioia di un gruppo di infermieri italiani assunto in Germania

E con programmi che non riservano brutte sorprese a chi decide di andare a lavorare all’estero e cogliere al volo l’ennesima occasione offerta dall’esperienza “Germitalia”: ottenere un posto di lavoro a tempo indeterminato grazie ad un “semplice” colloquio in Italia che ha valore di concorso pubblico tedesco.

Tante, poi, le facilitazioni una volta arrivati sul posto, a Stoccarda: dal corso di lingua finanziato dal datore di lavoro, alla garanzia di vitto e alloggio, dal supporto della struttura dell’Internationaler Bund all’abbonamento gratuito ai mezzi pubblici, passando – soprattutto – per la massima trasparenza del programma. Perché si viene assunti a tempo indeterminato senza l’inserimento, nel contratto di lavoro, di indecifrabili cavilli o di penali occulte nel caso si abbandoni il progetto. Il bando viene anticipato ai candidati via mail e poi illustrato, per filo e per segno, nel giorno dei colloqui. E con la garanzia diretta di una testimonial italiana, anche lei in carne ed ossa: il 3 e 4 dicembre, sarà presente ai colloqui Roberta Verduci, ragazza calabrese e dipendente proprio del “Klinikverbund Südwest”, partita nel 2013 proprio grazie ad un progetto “Germitalia” ed inseritasi alla grande nel tessuto tedesco.

Ricordiamo che contemporaneamente, nella giornata del 4 dicembre, saranno selezionate anche ostetriche sempre per la stessa struttura sanitaria di Stoccarda. Per tutti gli aspiranti è possibile continuare ad inviare la propria candidatura attraverso il link https://form.jotform.com/81405508902958 dal portale ufficiale di “Germitalia” o contattare la direzione dell’azienda campana al recapito telefonico 081.0117975.

Nello Giannantonio

Previous Posts Next posts