News

Cercasi tecnici di radiologia nelle migliori città della Germania

Un mese di marzo che segna veramente… una primavera per le nuove occasioni di lavoro che arrivano dalla Germania. Non solo infermieri ed ostetriche: “Germitalia” torna a rivolgersi anche ai tecnici di radiologia. Ben 10 i profili richiesti da strutture tedesche per assunzioni a tempo indeterminato. Nello specifico, 5 tecnici sono destinati ad Amburgo (www.conradia-hamburg.de); 3 a Berlino (www.conradia-berlin.de) ed altri 2 a Dresda (www.conradia-dresden.de).

Le selezioni si terranno il 25 marzo presso l’hotel “Marad” di Torre del Greco (Napoli) con il supporto di interpreti. Chi sarà scelto al termine dei colloqui dovrà raggiungere Stoccarda per frequentare, con garanzia di vitto e alloggio in strutture dell’Internationaler Bund, il primo corso di lingua tedesca di livello B1. Successivamente, già con il contratto a tempo indeterminato in tasca, i candidati italiani inizieranno l’attività lavorativa nelle strutture sanitarie di destinazione, frequentando parallelamente un secondo corso di lingua per conseguire il livello di tedesco B2, propedeutico al definitivo inquadramento come “tecnico di radiologia riconosciuto”.

Le città dove andranno a lavorare i tecnici provenienti dall’Italia assicurano poi anche una qualità della vita invidiabile. Se la capitale Berlino non ha bisogno di presentazioni, Amburgo (nella foto) è considerata la seconda città della Germania, attraversata da fiumi e canali. Tantissimi i turisti che la visitano ogni anno, anche perché è una meta pratica e “low cost”. Lo stesso aeroporto di Amburgo è ben collegato con il centro grazie ad un comodo ed economico servizio di treni. Per visitare la città è poi consigliabile noleggiare una bici, facilmente utilizzabile grazie ad una capillare rete di piste ciclabili. E pedalando pedalando è possibile raggiungere la moderna zona Speicherstadt (“città magazzino”), un intreccio di strade e canali situati nella città portuale circondato da magazzini di mattoni rossi.

Dresda, capitale della Sassonia, è invece caratterizzata da celebri musei d’arte e dall’architettura classica del suo centro storico ricostruito dopo il secondo conflitto mondiale. Ancora detta “la Firenza dell’Elba”, oggi Dresda si presenta agli occhi dei turisti con due volti: quello della Città Vecchia, dove sorgono gli edifici storici e monumentali che si affacciano sulla riva sinistra dell’Elba, e quello della Città Nuova, espressione del nuovo spirito che anima la sponda opposta del fiume tra caffè alla moda, palazzine colorate, botteghe di artigiani e spazi verdi.

Per candidarsi ai colloqui del 25 marzo basta compilare il form on line al seguente link:

https://form.jotform.com/81405508902958

Possibile richiedere ulteriori informazioni anche al numero telefonico 081.0117975.

Nello Giannantonio

Cinque ostetriche per la Germania

Lavoro in Germania per cinque ostetriche a tempo indeterminato. Lo offre il Klinikum Esslingen, struttura della zona di Stoccarda, che seleziona personale direttamente in Italia grazie al lavoro di scrematura dei curricula ad opera dell’azienda di consulenza internazionale “Germitalia”.

Le selezioni, all’hotel “Marad” di Torre del Greco (Napoli), si terranno nella giornata del 25 marzo: i candidati sosterranno il colloquio con il supporto di interpreti e alla presenza di una testimonial d’eccezione, Federica Berlighieri, ragazza italiana che due anni fa partì, grazie allo stesso progetto, per andare a lavorare in Germania. Federica sarà a disposizione dei candidati per rispondere alle loro domande su questo nuovo progetto di lavoro in Germania, che inizierà con il primo corso di lingua tedesca (livello B1) nella sede dell’Internationaler Bund di Stoccarda.

Assolutamente affascinante la struttura lavorativa di destinazione per le ostetriche: il Klinikum Esslingen è infatti un moderno ospedale con 155 anni di storia e 1.700 dipendenti, offrendo un ambiente di lavoro diversificato, innovativo ed orientato al team. La formazione continua dei dipendenti è inoltre una prerogativa di questa imponente struttura sanitaria.

Il progetto destinato alle ostetriche aprirà una nuova ondata di selezioni di personale sanitario che “Germitalia”, in questo mese di marzo, promuove in collaborazione con l’Ib. Tutte le offerte di lavoro per la Germania sono consultabili sul portale ufficiale dell’azienda all’indirizzo https://www.germitalia.com/

Possibile richiedere ulteriori informazioni anche al numero telefonico 081.0117975. Per candidarsi ai colloqui basta collegarsi al link sottostante e compilare il form on line:

https://form.jotform.com/81405508902958

Nello Giannantonio

RASSEGNA STAMPA – Anche Il Sole 24 Ore parla di noi!

Il fenomeno delle ricerche di personale che la Germania viene puntualmente ad effettuare in Italia, e per di più tenendo i colloqui in una provincia come quella napoletana dove il tasso di disoccupazione è elevato, ha incuriosito la prestigiosa testa economico-finanziaria “Il Sole 24 Ore”, che ha inviato propri collaboratori a Torre del Greco, in occasione delle ultime selezioni di educatori per l’infanzia organizzate dall’azienda “Germitalia”, raccogliendo le testimonianze dei candidati arrivati da tutta Italia ed intervistando pure i selezionatori dell’Istituto Konzept sui termini contrattuali della proposta di lavoro messa a bando nel nostro paese per conto dei numerosi asili che la struttura gestisce in terra tedesca.

Per leggere l’articolo pubblicato da “Il Sole 24 Ore” basta cliccare sul seguente link:

https://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2019-02-26/lavorare-germania-colloquio-selezione-si-fa-napoli-181152.shtml?uuid=AByF1WYB

Ecco invece il contributo anche video realizzato dalla nota testata nazionale:

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=807970812928895&id=38812693516

Educatori per l’infanzia: in 18 assunti in Germania!

Il ritorno alle selezioni anche di educatori dell’infanzia si è rivelato un successo. Tanto che, al termine della tre-giorni di colloqui tenutasi a Torre del Greco dal 25 al 27 febbraio, i selezionatori tedeschi hanno deciso di offrire l’assunzione a tempo indeterminato a ben 6 candidati in più rispetto ai 12 posti di lavoro inizialmente messi a bando attraverso l’azienda italiana di consulenza “Germitalia”. I laureati in Scienze dell’educazione e formazione (anche triennale) sono giunti da tutta Italia ed anche dalla Svizzera: paradossalmente, nessuno invece dalla Campania, regione che ancora una volta ha ospitato le selezioni.

Saranno, quindi, ben 18 gli educatori italiani che partiranno per la Germania (dove si prenderanno cura di bambini dai 6 mesi ai 6 anni di età presso gli asili dell’Istituto Konzept, nella zona di Stoccarda) tra circa un mese, dal momento che l’inizio del progetto è previsto per il giorno 11 aprile, con garanzia di vitto e alloggio durante la frequenza del primo corso di lingua tedesca di livello B1 a cura dell’Internationaler Bund di Stoccarda, storico partner dei progetti “Germitalia”, che nel frattempo proseguono con altre selezioni, fissate nel corso del mese di marzo, in favore di infermieri (anche pediatrici), tecnici di radiologia ed ostetriche con motivazione ad accettare le costanti proposte di un lavoro stabile ed a tempo indeterminato che giungono dalla Germania.

Per gli educatori, lo stipendio di destinazione finale arriverà ad un lordo di circa 3mila euro mensili. Lo specifico progetto, alla luce del fresco successo, sarà certamente riproposto, per cui altri potenziali candidati possono continuare ad inviare il proprio curriculum, in formato europeo, all’indirizzo mail educatori@germitalia.com. Possibile richiedere ulteriori informazioni anche al numero telefonico 081.0117975.

Tutte le offerte di lavoro per la Germania ed i bandi attualmente aperti sono, ad ogni modo, consultabili sul portale ufficiale dell’azienda “Germitalia” all’indirizzo https://www.germitalia.com/

Nello Giannantonio

Lavoro in Germania: ora gli educatori, a marzo infermieri e non solo

A Torre del Greco (Napoli) parte lunedì 25 febbraio la tre-giorni di selezioni di educatori dell’infanzia italiani che saranno assunti a tempo indeterminato in Germania. Fino al 27 febbraio decine di candidati sosterranno il colloquio (con supporto di interpreti) con l’aspirazione di accedere ai 12 posti di lavoro messi a bando da “Germitalia”, con destinazione lavorativa presso gli asili dell’Istituto Konzept nella zona di Stoccarda. Gli educatori selezionati si prenderanno cura di bambini dai 6 mesi ai 6 anni di età, con inizio del progetto previsto per il giorno 11 aprile, data entro la quale i candidati prescelti al termine dei colloqui che termineranno mercoledì dovranno raggiungere Stoccarda per frequentare, con garanzia di vitto e alloggio, il primo corso di lingua tedesca di livello B1. Successivamente, già da “assunti”, i ragazzi inizieranno l’attività lavorativa in asili della zona di Stoccarda, frequentando parallelamente un secondo corso di lingua per conseguire il livello di tedesco B2, propedeutico al definitivo inquadramento professionale che li porterà a percepire uno stipendio lordo di circa 3mila euro.

Subito dopo, la direzione “Germitalia” si dedicherà alle convocazioni per le altre selezioni fissate nel corso del mese di marzo: 15 posti per infermieri ed infermieri pediatrici destinati al complesso ospedaliero pubblico di Stoccarda “Klinikverbund Südwest”; inoltre non meno di 5 ostetriche per la zona del Baden Württemberg.  Tutte le offerte di lavoro per la Germania sono, ad ogni modo, consultabili sul portale ufficiale dell’azienda “Germitalia” all’indirizzo https://www.germitalia.com/

Nello Giannantonio

Scandalo blatte a Napoli, infermieri sospettati. La condanna dell’Ordine

Sullo scandalo blatte rinvenute all’interno del “Vecchio Pellegrini” di Napoli e che potrebbero essere state introdotte dall’esterno al fine di mettere in difficoltà la direzione sanitaria (la Procura avrebbe avviato indagini anche nei confronti di infermieri e altre figure professionali) interviene il presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Napoli, Ciro Carbone, che afferma: “La vicenda, cosi come da ricostruzioni giornalistiche, sta generando discredito e allo stesso tempo grave e profondo imbarazzo per un’intera professione. Confidiamo nella magistratura e auspichiamo un rapido accertamento della verità, anche per consentire a quest’Ordine professionale, ove vi fossero gli estremi, di adottare i provvedimenti del caso. Come Ordine saremo intransigenti e decisi nella condanna. I principi etici e morali che sono alla base della professione – aggiunge Carbone – sono stati d’aiuto nel tenere alto l’impegno verso i cittadini e verso gli ammalati anche in condizioni di grave difficoltà e disagio, spesso anche a rischio della propria sicurezza. Un corpo professionale sano ed eticamente forte come quello degli infermieri di Napoli rifiuta e respinge come impropri comportamenti insani, inqualificabili e criminali come quelli messi in atto al Vecchio Pellegrini”.

 

 

A marzo altre selezioni di ostetriche e infermieri

La selezione in corso di educatori dell’infanzia per gli asili dell’Istituto Konzept (nella zona di Stoccarda) è una felice parentesi nell’ambito della costante ricerca di personale italiano in campo sanitario operata da oltre un decennio dall’azienda di consulenza “Germitalia”.

A metà del mese di marzo, infatti, ci saranno a Torre del Greco (Napoli) nuove selezioni per infermieri ed infermieri pediatrici destinati al complesso ospedaliero pubblico di Stoccarda “Klinikverbund Südwest”: 15 i posti di lavoro a tempo indeterminato messi a bando (il colloquio in Italia, col supporto di interpreti, avrà valore di concorso pubblico tedesco).

L’integrazione non sarà un problema per chi sarà scelto: fermo restando il supporto sul posto della struttura dell’Internationaler Bund di Stoccarda (sede del primo corso di lingua tedesca con garanzia di vitto e alloggio), già circa 85mila infermieri italiani lavorano in questa prestigiosa struttura. I candidati selezionati non saranno lasciati soli nemmeno dopo aver conseguito il livello B2 di lingua ed essere stati definitivamente inquadrati come “infermieri riconosciuti”: lo stesso “Klinikum Südwest” li supporterà infatti nella ricerca di un appartamento, avendone del resto anche alcuni aziendali a disposizione dei dipendenti a canone convenzionato.

Non finisce qui. “Germitalia”, sempre a marzo, selezionerà (colloqui previsti a fine mese) anche tecnici di radiologia per Monaco e cinque ostetriche per la zona del Baden Württemberg. Stesso percorso di inserimento previsto per gli infermieri: primo corso di tedesco B1 finanziato dal datore di lavoro, poi graduale inserimento lavorativo continuando a studiare per conseguire pure il livello di lingua B2 ec inquadramento professionale definitivo con stipendi superiori a quelli italiani.

Non è necessaria l’esperienza lavorativa: sono ammessi ai progetti anche i neolaureati e i laureandi.

Tutte le offerte di lavoro per la Germania sono, ad ogni modo, consultabili sul portale ufficiale dell’azienda “Germitalia” all’indirizzo https://www.germitalia.com/

Possibile richiedere ulteriori informazioni anche al numero telefonico 081.0117975.

Per candidarsi ai colloqui basta collegarsi al link sottostante e compilare il form on line:

https://form.jotform.com/81405508902958

Nello Giannantonio

 

12 posti per Educatori dell’infanzia in Germania

Germitalia” allarga il campo delle selezioni di personale che opera in favore di datori di lavoro tedeschi e ripropone – in collaborazione con l’Internationaler Bund – un progetto di assunzione destinato ad Educatori dell’infanzia italiani.

Ben 12 i posti a tempo indeterminato messi a bando, con destinazione lavorativa presso gli asili dell’Istituto Konzept https://www.konzept-e.de/

Gli educatori che saranno selezionati in Italia, una volta sul posto di lavoro, si prenderanno cura a tutto tondo di bambini dai 6 mesi ai 6 anni di età, dalle attività della “normale” giornata didattica a quelle assistenziali. L’inizio del progetto è previsto per il giorno 11 aprile, data entro la quale i candidati prescelti al termine dei colloqui che si terranno a Torre del Greco (Napoli) dovranno trovarsi a Stoccarda per frequentare, con garanzia di vitto e alloggio, il primo corso di lingua tedesca di livello B1 finanziato dal datore di lavoro. Successivamente, i ragazzi inizieranno l’attività lavorativa (retribuita) in asili della zona di Stoccarda, frequentando parallelamente un secondo corso di lingua per conseguire il livello di tedesco B2, propedeutico al definitivo inquadramento professionale che li porterà a percepire uno stipendio lordo di circa 3mila euro a fronte di un orario lavorativo di 39 ore settimanali medie.

I laureati in Scienze dell’educazione e formazione (anche triennale) interessati a questo progetto di lavoro in Germania possono candidarsi inviando il proprio curriculum con foto in formato europeo al seguente indirizzo mail: educatori@germitalia.com. Possibile richiedere ulteriori informazioni anche al numero telefonico 081.0117975. Tutte le offerte di lavoro per la Germania sono, ad ogni modo, consultabili sul portale ufficiale dell’azienda “Germitalia” all’indirizzo https://www.germitalia.com/

Nello Giannantonio

Reddito di cittadinanza: è cumulabile con la Naspi!

La conferma arriva da un manuale ufficiale diramato dall’Inps sulle modalità operative per accedere al Reddito di cittadinanza, misura che nei propositi del governo “mira al reinserimento nel mondo del lavoro e all’inclusione sociale”.

Nel documento pubblicato dall’Istituto è infatti chiaramente specificato che l’accesso al Rdc sia cumulabile con la Naspi (ex indennità di disoccupazione) eventualmente in godimento anche da tutti i componenti del nucleo familiare. Quindi, in teoria, al Reddito di cittadinanza una famiglia può aggiungere l’entrata mensile di uno o più assegni Naspi. Oltre a rafforzare la tesi di chi ritiene il tutto un grande disincentivo al lavoro, si tratta – nella fattispecie – di una netta controtendenza rispetto all’incentivo all’autoimprenditorialità che resta in vigore in favore dei percettori della stessa Naspi, ai quali viene liquidata in unica soluzione dall’Inps la parte restante dell’indennità di disoccupazione spettante in caso di avvio di un’attività imprenditoriale autonoma, proprio per incentivare a darsi da fare piuttosto che adagiarsi su misure assistenzialistiche.

Saranno invece esclusi dal Reddito di cittadinanza quei nuclei familiari in cui siano presenti soggetti disoccupati che abbiano presentato dimissioni volontarie nei 12 mesi precedenti la presentazione della domanda, fatte salve le dimissioni per giusta causa.

Ricordiamo che il Reddito di cittadinanza si compone di una quota A, che può arrivare fino ad un massimo di 6.000 euro annui (7.560 euro in caso di Pensione di cittadinanza) tenendo conto del numero dei componenti il nucleo, e di una quota B per il canone di affitto dell’abitazione che non può essere superiore a 3.360 euro annui (280 euro mensili). In caso di mutuo sulla casa di abitazione, invece, la quota B sarà al massimo pari a 150 euro mensili. Il valore dell’Isee del nucleo richiedente dovrà comunque essere inferiore a 9.360euro. Le domande potranno essere presentate a partire dal 6 marzo 2019.

Nello Giannantonio

Risultati immagini per reddito di cittadinanza

Con “Germitalia” parti e non sei solo!

Infermieri e tecnici di radiologia selezionati al termine dei colloqui del 29 e 30 gennaio, organizzati dall’azienda di consulenza internazionale “Germitalia” su committenza di strutture ospedaliere di Monaco e della zona del lago di Costanza per assunzioni a tempo indeterminato, stanno in queste ore mettendo a punto il viaggio aereo che li porterà in Germania tra il 27 febbraio ed il primo marzo prossimi.

A Stoccarda, con garanzia di vitto e alloggio, frequenteranno il primo corso di lingua tedesca di livello B1 (finanziato dal datore di lavoro) presso le strutture dell’Internationaler Bund. Ecco, questo storico partner dei progetti “Germitalia” mette a disposizione dei ragazzi italiani anche una struttura amministrativa (con due impiegate che parlano la lingua italiana), pronta a supportarli nel quotidiano ed anche al di fuori degli orari di frequenza del corso (successivamente orari di lavoro) per qualsiasi esigenza personale si presenti in terra tedesca.

“Cosa ci chiedono più di frequente gli italiani che arrivano in Germania per lavorare? – racconta Nora , una delle dipendenti della struttura -. Dalla richiesta di un medico alla semplice scheda telefonica. Aiutiamo poi i ragazzi ad aprire, ad esempio, il conto corrente l’accredito dello stipendio, così come li supportiamo nel produrre la documentazione che servirà per il riconoscimento del titolo di studio conseguito in Italia. Proviamo ad essere sempre a disposizione, avendo del resto gli uffici nella stessa struttura in cui viene dato alloggio ai ragazzi al momento dell’arrivo a Stoccarda”.

Insomma, con “Germitalia”, parti e non sei solo!

Nello Giannantonio

Previous Posts Next posts