News

Tecnici e infermieri: l’ora dei verdetti. “In Germania c’è sempre posto”

Si sono concluse, dopo una intensa due-giorni di colloqui, le nuove selezioni organizzate dall’azienda di consulenza internazionale “Germitalia” a Torre del Greco (Napoli) finalizzata a reclutare infermieri e tecnici di radiologia per importanti datori di lavoro tedeschi.

Il “Dritter Ordern” di Monaco ha reclutato entrambe le figure professionali, mentre altri tecnici sono stati selezionati pure per destinazioni lavorative nella città di Berlino, Dresda e Amburgo. 

Nella giornata di mercoledì 22 maggio, i candidati – giunti ancora una volta da tutte le regioni d’Italia a caccia di un lavoro stabile e ben remunerato – riceveranno comunicazione circa l’esito dei colloqui.

Per tutti (anche per quelli che possono avere accesso al cosiddetto “progetto pilota” lanciato per gli infermieri con collocazione garantita, sul posto, presso altri ospedali tedeschi) la prossima destinazione sarà Stoccarda, ospiti dell’Internationaler Bund che garantirà loro alloggio e vitto in mezza pensione, per la frequenza del primo corso di lingua tedesca (livello B1). Successivamente, al termine di un periodo di pratica lavorativa, con frequenza alternata (ma ugualmente retribuita) di un nuovo corso di lingua a Stoccarda, gli infermieri e i tecnici sosterranno l’esame finalizzato al conseguimento del livello B2 di tedesco e al definitivo inquadramento professionale con ulteriore scatto retributivo.

A margine dei colloqui di Torre del Greco, ha espresso soddisfazione Sandra Gross a nome della direzione del personale del “Dritter Ordern” di Monaco: “Da noi – ha detto – c’è sempre richiesta di tecnici ed infermieri e siamo ritornati in Italia perché contenti di come era andato il precedente progetto portato avanti sempre con la collaborazione di Germitalia. Offriamo lavoro a tempo indeterminato, innanzitutto, ma anche possibilità di progressione in carriera, con una vasta offerta di corsi di formazione pagati sempre dal datore di lavoro, ad esempio per fare il tutor di reparto o il caposala. Inoltre – ha aggiunto Gross – offriamo assistenza ai giovani italiani anche nella ricerca di un alloggio non lontano dal luogo di lavoro: è questo un aspetto da non trascurare. La nostra struttura è del resto vicinissima al centro di Monaco ed è ben servita dai mezzi di trasporto pubblico. Se torneremo in Italia? Certo, da noi c’è continua esigenza di assumere personale sanitario”.

Nello Giannantonio

La metropoli col cuore che attende tecnici e infermieri

C’è chi la definisce la Milano tedesca, o meglio la “Weltstadt mit Herz”, vale a dire metropoli con il cuore. O c’è chi ancora la definisce la città più settentrionale d’Italia.

Monaco, la capitale della Baviera, terza città tedesca dopo Berlino e Amburgo ed importante centro turistico e congressuale, è più vicina a noi di quanto possiamo pensare, specie in una visione moderna di “Stati Uniti d’Europa”.

Sede di edifici antichi e numerosi musei, nonché conosciuta per l’annuale Oktoberfest e per le tradizionali birrerie, Monaco di Baviera è una metropoli che può assolutamente aiutare e stimolare i ragazzi italiani che vi si trasferiscono per lavoro verso una integrazione per niente traumatica. Come i giovani laureati in professioni sanitarie che si apprestano a rispondere alle convocazioni ufficiali inviate dall’azienda “Germitalia” per sostenere i colloqui finalizzati all’assunzione a tempo indeterminato in Germania come infermieri e tecnici di radiologia.
L’imponente ospedale “Dritter Ordern” di Monaco sarà infatti a Torre del Greco (provincia di Napoli) nelle giornate del 20 e 21 maggio per reclutare 3 tecnici di radiologia. La stessa direzione sanitaria ha aperto anche un nuovo bando per 8 infermieri (anche pediatrici) da assumere presso la struttura ubicata proprio al centro di Monaco. Una grande occasione, dunque, non solo lavorativa ma anche di qualità della vita per i professionisti italiani che nel nostro Paese non trovano sbocco occupazionale.

La direzione “Germitalia” ha formalmente chiuso le prenotazioni per i colloqui della prossima settimana, ma in via eccezionale apre ad ultimissime candidature, anche di neo-laureati e laureandi. Per farlo basta compilare il form on line al link https://form.jotform.com/81405508902958 o chiamare direttamente al numero telefonico 081.0117975. Attivato anche un contatto Whatsapp al 333.7756179.
Nello Giannantonio

Tecnici ancora indecisi? Sentite Alessio e Fabiana

Alessio e Fabiana sono due giovani tecnici di radiologia partiti dalla Campania, con un carico di competenze e con il coraggio di svoltare, che attualmente frequentano il corso di lingua tedesca B1 a Stoccarda. Hanno espresso la loro soddisfazione per come stanno vivendo il percorso di integrazione  linguistica e lavorativa in Germania, con in tasca già un contratto di lavoro a tempo indeterminato con l’ospedale pubblico “Dritter Ordern”di Monaco di Baviera.

“Qui in Germania – dicono – abbiamo ottenuto un contratto a tempo indeterminato con un ospedale pubblico, cosa impensabile in Italia, dove anche nel privato non abbiamo trovato, dopo la laurea, un’occupazione che garantisse i nostri diritti”.

Farebbero bene ad ascoltare la loro testimonianza i tecnici di radiologia italiani, purtroppo inoccupati nel nostro paese, che sono indecisi sul sostenere o meno i prossimi colloqui per le loro figure professionali organizzati da “Germitalia” (l’azienda che ha avviato al lavoro Alessio e Fabiana) per il 20 e 21 maggio.
Lo stesso “Dritter Ordern” di Monaco, che ha assunto i due tecnici campani, sarà nuovamente a Torre del Greco, in provincia di Napoli, per reclutare altri 3 tecnici di radiologia. E di tecnici ne ricerca – con selezioni nelle stesse date – anche un’altra importante struttura tedesca con destinazione lavorativa nelle città di Amburgo, Berlino e Dresda.
Per candidarsi agli ultimissimi posti disponibili per i colloqui del mese di maggio basta compilare il form on line al link https://form.jotform.com/81405508902958 attraverso il portale ufficiale https://www.germitalia.com/. Possibile anche telefonare direttamente allo 081.0117975.

Per ascoltare invece la testimonianza diretta di Alessio e Fabiana, clicca qui: https://www.facebook.com/germi.italia/videos/1242607699237537/

 Nello Giannantonio

Verso il 12 maggio: scatti di infermieri da tutt’Italia

Lo slogan scelto dalla Fnopi per la campagna di comunicazione lanciata in vista del 12 maggio, data in cui in tutto il mondo si celebra la Giornata internazionale dell’infermiere, è quantomai eloquente: “La sanità non funziona senza infermieri”.

La Federazione Nazionale Ordini Professioni infermieristiche ha deciso di raccogliere immagini da ogni parte d’Italia per descrivere e promuovere gli ambiti cui il “nuovo infermiere” quotidianamente opera e le competenze avanzate che attualmente caratterizzano la professione.
Gli infermieri rappresentati dalla campagna esercitano nelle scuole, nei centri anti-violenza, coordinano il processo di donazione di organi, sono il punto di riferimento per i malati rari o utilizzano strumenti tecnologici all’avanguardia. Una campagna che sta riscontrando successo, grazie alla collaborazione e alla creatività messe in campo da tutti gli Ordini provinciali degli infermieri (nella foto, una delle immagini trasmesse dall’Ordine di Napoli). Immagini che vanno ben oltre il consueto scenario di ospedali e case di cura, spingendosi fino alla gestione di situazioni di massima emergenza o anche alle missioni militari all’estero.

“Offrendo questa panoramica, seppur non esaustiva, degli ambiti in cui il nuovo infermiere agisce, intendiamo anche essere da stimolo politico in contesti del Paese dove lo sviluppo infermieristico stenta ancora a decollare – commenta la presidente Fnopi, Barbara Mangiacavalli -, fornendo uno strumento di analisi in più a livello territoriale a cittadini e associazioni per chiedere l’attivazione di determinati servizi, figure, ambiti di responsabilità che ci vedano protagonisti come sempre al loro fianco”.

Convocazioni per tecnici e infermieri, ma ci sono ancora posti

La direzione “Germitalia” ha inviato, a mezzo posta elettronica, le convocazioni ufficiali per chi si è candidato a sostenere i colloqui per l’assunzione a tempo indeterminato di infermieri e tecnici di radiologia in Germania.
Nello specifico, l’ospedale “Dritter Ordern” di Monaco sarà a Torre del Greco (provincia di Napoli) nelle giornate del 20 e 21 maggio per reclutare 3 tecnici di radiologia. Stesse figure professionali sono ricercate – e saranno selezionate nelle stesse date – anche destinazione lavorativa nelle città di Amburgo, Berlino e Dresda.
Al contempo, lo stesso “Dritter Ordern” ha aperto anche un nuovo bando per 8 infermieri (anche pediatrici) da assumere a tempo indeterminato presso la struttura ubicata al centro di Monaco. Anche in questo caso, i colloqui – con il supporto di interpreti – si terranno il 20 e 21 maggio a Torre del Greco.
Pur avendo inviato le convocazioni, la direzione “Germitalia” fa tuttavia sapere che ci sono ancora ultimi posti a disposizione di chi volesse candidarsi ai colloqui, sia in qualità di tecnico di radiologia che di infermiere (anche neo laureati o laureandi). C’è di più: al di là del bando aperto dal “Dritter Ordern”, anche altri giovani infermieri italiani che volessero andare a lavorare in Germania possono prenotare il colloquio nel mese di maggio: “Germitalia”, in collaborazione con l’Internationaler Bund di Stoccarda, metterà a loro disposizione un parallelo percorso, con la certezza di una futura occupazione presso strutture sanitarie della zona di Stoccarda, alla continua ricerca di personale.
Per candidarsi alle selezioni in programma nel mese di maggio basta compilare il form on line al link https://form.jotform.com/81405508902958 attraverso il portale ufficiale https://www.germitalia.com/.
Nello Giannantonio

Tagli alla sanità per non aumentare l’IVA! E mancano 76mila infermieri…

Lo spettro di nuovi tagli al settore sanitario italiano dovuti al ridimensionamento della crescita economica del Paese potrebbe essere più concreto della minaccia di un ulteriore aumento dell’Iva. Pochi giorni fa, a lanciare l’allarme è stata la Fondazione Gimbe (Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze): “Numerose criticità politiche, economiche e tecniche rischiano di arenare la stipula del Patto per la Salute, a cui è legato l’aumento del finanziamento per la sanità” ha denunciato in una nota, reputando “poco realistici gli aumenti previsti dalla Legge di Bilancio per il 2020-2021”. Il Def 2019, a detta di Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe “ha certificato che gli aumenti del fabbisogno sanitario nazionale 2020-2021 sono utopistici, considerate le previsioni di aumento del Pil cui sono legati. Inoltre, con la clausola di salvaguardia, il blocco di 2 miliardi di spesa pubblica nel 2020 finirà inevitabilmente per aggredire la sanità pubblica”.

Di questo passo, utopistico pensare che si possano sbloccare in maniera significativa le assunzioni di personale nel comparto sanitario.

Al contempo, in occasione della celebrazione del primo maggio, anche la Federazione Nazionale Infermieri ha denunciato sulla propria pagina Facebbok: “In sanità i tagli al personale e la carenza di infermieri si traducono subito in disservizi e rischi per i cittadini e per gli stessi operatori. Necessaria, ora più che mai, una nuova stagione di assunzioni”. Ma intanto, come sottolinea il dottor Aceti, portavoce proprio della Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche, l’ulteriore vuoto d’organico creato da “quota 100” – con 76mila infermieri fuori dal Servizio Sanitario Nazionale – “andrà ad acuire i problemi di tenuta dei servizi nei confronti delle comunità”. Guarda l’intervista:
https://www.youtube.com/watch?v=CYeQ6WArfAw

La Germania che investe sugli italiani: il caso degli educatori

I datori di lavoro tedeschi dimostrano ancora una volta di investire sul personale italiano reclutato grazie ai progetti “Germitalia”. L’ultima testimonianza arriva dai 15 educatori per l’infanzia che furono selezionati per gli asili dell’Istituto Konzept (zona di Stoccarda) al termine delle selezioni che “Germitalia” organizzò a Torre del Greco (Napoli) per laureati in Scienze dell’educazione e formazione.

Come da progetto, i ragazzi italiani prescelti sono partiti per Stoccarda per frequentare un corso di lingua tedesca finanziato dal datore di lavoro, con garanzia di vitto e alloggio, prima di iniziare a lavorare come tirocinanti per un periodo che varia dai 12 ai 18 mesi (retribuzione mensile di circa 1.500 euro lordi) mentre, a conclusione del periodo formativo, il definitivo riconoscimento professionale conduce ad uno stipendio medio mensile di circa 3.300 euro mensili. Bene, il datore di lavoro – con grande sorpresa dei ragazzi stessi – ha deciso di “bruciare le tappe” per incentivarli e favorire una loro piena integrazione (senza che possano avvertire difficoltà economiche nella vita quotidiana in terra tedesca), elevando la retribuzione prevista durante il periodo di tirocinio già a 2.500 euro lordi mensili.

Dal loro canto, i ragazzi italiani hanno pubblicamente ringraziato (in foto il loro messaggio) la struttura scolastica e, di riflesso, “Germitalia” per l’opportunità concessa grazie al programma di assunzione portato in Italia.

“Siamo partiti con ansie e paure, ma l’obiettivo comune ci unisce e ci dà la forza per sentirci ciò che già siamo: cittadini europei”. Poi il passaggio sull’incentivo retributivo: “Le belle notizie non hanno tardato ad arrivare e i nostri datori di lavoro hanno deciso di investire maggiormente su di noi!”.

L’ennesima riprova della bontà e serietà dei programmi di assunzione targati “Germitalia”. Per consultare i bandi attualmente aperti: https://www.germitalia.com/

Nello Giannantonio

Tecnici di radiologia: altre opportunità in Germania

Ancora opportunità per i tecnici di radiologia che in Italia stentano a trovare occupazione.

L’azienda di consulenza internazionale “Germitalia” è infatti impegnata non solo in nuovi bandi per l’assunzione di infermieri in Germania a tempo indeterminato, ma nel mese di maggio selezionerà nuovamente anche tecnici dopo il successo dei colloqui precedenti, buon ultimi quelli organizzati a gennaio 2019. Non a caso, sarà ancora l’ospedale “Dritter Ordern” di Monaco ad inviare a Torre del Greco (provincia di Napoli) i propri direttori del personale nelle giornate del 20 e 21 maggio per reclutare altri 3 tecnici di radiologia.

Nelle stesse date saranno presenti a Torre del Greco anche i vertici di altre strutture sanitarie tedesche che ricercano sempre tecnici di radiologia, 3 con destinazione lavorativa nella città di Amburgo (www.conradia-hamburg.de), 2 per Berlino (www.conradia-berlin.de) ed altri 2 per Dresda (https://www.conradia-dresden.de). Per tutti, il contratto lavorativo sarà a tempo indeterminato.

Richiesta la laurea triennale in Tecnico di radiologia (graditi pure i laureandi ed ovviamente i neo laureati), mentre non sono necessarie precedenti esperienze lavorative. I colloqui avverranno col supporto di interpreti. Del resto, non è richiesta già la conoscenza del tedesco: il percorso di integrazione linguistica in Germania (gratuito e direttamente sul posto) come sempre caratterizzerà il progetto targato “Germitalia”, con l’appoggio sulle strutture dell’Internationaler Bund di Stoccarda, sede del primo corso B1 di tedesco con garanzia di vitto e alloggio per i giovani selezionati, i quali dovranno partire nella prima decade di luglio.

Per candidarsi alle selezioni in programma nel mese di maggio basta compilare il form on line al link https://form.jotform.com/81405508902958 attraverso il portale ufficiale https://www.germitalia.com/.

Nello Giannantonio

Pasqua amara al Sud: “bruciati” 4 mesi di assunzioni agevolate

“Regalo” di Pasqua dell’Anpal, l’Agenzia del Ministero del Lavoro, che – con la pubblicazione del decreto 178 del 19 aprile 2019, ha disciplinato l’atteso Incentivo Occupazione Sviluppo Sud, ma con una imprevista novità (sono sgravate solo le assunzioni effettuate tra il 1° maggio ed il 31 dicembre 2019), che ha gettato nello sconforto migliaia di datori di lavoro meridionali e la categoria dei consulenti del lavoro, la quale ora intende muoversi attraverso l’Ordine ed il sindacato Ancl per provare ad ottenere una rettifica del decreto che retroagisca l’efficacia del beneficio alle assunzioni effettuate sin dal 1° gennaio 2019.

L’agevolazione consiste in un anno di decontribuzione al Sud per assunzioni a tempo indeterminato di disoccupati di età compresa tra i 16 e 34 anni o di over 35 privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi

Nei due anni precedenti, con analoga previsione contenuta nella relativa Legge di bilancio, i decreti Anpal e le circolari Inps – seppur non sempre tempestivi – avevano sempre dato al bonus Sud un effetto retroattivo al primo gennaio, consentendo così ai datori di inviare istanza all’Inps per ottenere lo sgravio anche relativamente ad assunzioni nel frattempo già effettuate. Ora, invece, il decreto 2019 restringe il campo alle sole assunzioni che interverranno da maggio a dicembre.

Nel frattempo, però, visto che anche sui media il governo aveva sbandierato a fine 2018 la “proroga” del bonus occupazionale al Sud, molti datori si sono sbilanciati in questi primi 4 mesi dell’anno operando già le assunzioni di lavoratori con i requisiti richiesti dalla norma ed aspettando con fiducia il decreto Anpal retroattivo. Invece ora, salvo dietrofront del Ministero, dovranno rassegnarsi a versare i contributi pieni anche per questi neo dipendenti, con stravolgimento dei budget sui costi del lavoro stimati per il 2019, specie nel caso di quelle aziende che hanno operato più assunzioni al Sud in questo inizio d’anno con la convinzione di ricadere nell’ambito di applicazione dell’incentivo occupazionale. Ambito che riguarda le assunzioni effettuate nelle regioni Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia.

I lavoratori oggetto del beneficio non devono aver avuto, inoltre, un rapporto di lavoro negli ultimi 6 mesi con lo stesso datore che li assume richiedendo il beneficio.

Nello Giannantonio

Succede con “Germitalia”: assunzione prima della laurea!

Se in Italia la “battaglia” occupazionale – connotata spesso da un senso di sfiducia – inizia proprio a titolo di studio conseguito, per chi ha creduto nei progetti di “Germitalia”, finalizzati all’assunzione a tempo indeterminato presso strutture sanitarie tedesche, il lavoro può essere “prenotato” ancor prima della laurea…

E’, ad esempio, il caso di Melissa (nella foto), laureatasi lo scorso 13 aprile in ostetricia con la votazione di 110 e lode. Ma con un contratto di lavoro a tempo indeterminato praticamente già in tasca. La ragazza, da laureanda, aveva infatti sostenuto il colloquio con l’ospedale “Klinikum Esslingen” nel corso delle selezioni organizzate da “Germitalia” lo scorso 25 marzo in Campania e, già in quella sede, fu scelta dai direttori del personale arrivati dalla Germania. Il tempo di discutere la tesi e, il prossimo 9 maggio, partirà anche lei per Stoccarda insieme agli altri ragazzi italiani selezionati per frequentare, presso le strutture dell’Internationaler Bund di Stoccarda, il primo corso di lingua tedesca per il conseguimento del livello B1, primo atto del percorso di integrazione culturale e lavorativa.

Quello di Melissa è un esempio da seguire. Anche a neo laureati e laureandi sono infatti rivolte le prossime selezioni targate “Germitalia” ed in programma nel mese di maggio per infermieri (per lo più disposti a lavorare in reparti pediatrici) e tecnici di radiologia. Sono in tutto 30 le posizioni aperte in favore di infermieri (18 per gli ospedali della zona di Stoccarda e 12 per il “DritterOrdern” di  Monaco) e 8 in favore di tecnici di radiologia (3 a Monaco presso il “Dritten Order”, 3 per Amburgo, 2 con destinazione Berlino).

Per candidarsi alle selezioni in programma il 20 e 21 maggio ed inviare il proprio curriculum basta compilare il form on line al link https://form.jotform.com/81405508902958 attraverso il portale ufficiale https://www.germitalia.com/.

Nello Giannantonio

Previous Posts